Teorie (e comunque non ho le soluzioni)

– “Hai scritto: «alla fine in qualche modo l’ho risolta da solo» e da qui parto per raccontarti questa, che è la teoria di un mio amico. Lui dice che in un rapporto tra due persone, di qualunque natura sia il rapporto, ci si creano più o meno giustamente, ma di sicuro in maniera naturale, delle aspettative. Se l’altra persona non rispetta le tue aspettative questo influisce negativamente nel rapporto e ti crea dei problemi (rabbia, insoddisfazione, ecc…) e si comincia a puntare il dito «tu sei così», «tu fai cosà», «tu non sai cos’ho in testa» e cose del genere.”

– “Fin qui credo che sia normale… è semplicemente un rapporto tra due persone. Anche tra amici succede.”

– “In alcuni casi, nonostante le nostre manifestazioni di disagio, l’altra persona non riesce a risolvere il problema (noi attribuiamo all’altra persona la maggior parte della causa), e quando questo si verifica è un casino. Se l’altra persona non ha cazzi di risolvere le cose, di cercare di capire, di approfondire (e lo scopo per noi è solo uno: eliminare il nostro disagio), ci troviamo di fronte a un muro e non sappiamo più come fare allora (qui entra in ballo la sua teoria) dobbiamo cambiare NOI punto di vista, atteggiamento. Dobbiamo cambiare noi. Porci in un modo diverso per diventare artefice della soluzione del disagio. Secondo lui funziona. Il casino è quando l’altra persona fisicamente non c’è più. Da tutto questo io credo solo che ognuno di noi ha il dovere morale di capire quando è il caso di dire BASTA e cambiare punto di vista.”

– “Mi sembra un po’ una cagata… scherzando naturalmente.”

– “Lui ha un sacco di teorie sulla vita e io le ascolto affascinata perché me le racconta veramente bene… ma poi non so mai che posizione prendere. Non mi sono mai fidata dei pensieri/teorie degli altri.”

– “Sai cosa penso io? Io penso che ognuno di noi si faccia un sacco di storie sulla vita… sue teorie. Poi arriva qualcuno/a o qualche evento che manda a puttane tutto e allora ti tocca trovare altre teorie. Alla fine non esiste nulla. Credo invece che ognuno di noi abbia la necessità di crearsi il suo «mondo» con le sue regole. Il problema è che quando le tue regole non vengono rispettate hai la necessità di attribuirgli una spiegazione logica (per non far venire a cadere il «mondo» appena costruito). Peccato che non sempre esista una spiegazione logica. Ognuno fa il cavolo che gli pare. Ognuno ha le sue regole e decide se rispettarle o meno. Purtroppo però abbiamo bisogno di regole per rapportarci (per lavoro e soprattutto per altro) con gli altri… le devi avere per forza. Quando crei una regola sai che lo fai perché hai paura che un giorno o l’altro qualcuno l’infrangerà… o l’ha già fatto. Quando crei una regola devi sapere che non varrà per sempre… e questa è una regola.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...