Solstizio d’anima

Momenti difficili

Il solstizio prende il nome dal latino “sol” e “sistere” (letteralmente, sole fermo) e coincide con le antiche celebrazioni per Sol invictus, cioè la rinascita del Sole: secondo gli antichi romani, infatti, il solstizio era il periodo in cui il Sole scompariva nell’oscurità per poi tornare in vita più luminoso di prima. In effetti, è quello che succede apparentemente a causa del movimento della Terra rispetto alla stella.

Questi sono i giorni più bui dell’anno. E non sto parlando solo del solstizio d’inverno. È per me un periodo difficile e forse l’unica cosa positiva è stata il momento in cui papà, lunedì scorso, è finalmente uscito dall’ospedale. Fra sette giorni ci sarà l’appuntamento con l’avvocato per la gestione della separazione e dell’affido dei bimbi. Il resto sono solo problemi di tutti i giorni.

Ho un bisogno fisico di giornate di pace. Ho bisogno che arrivi il Natale o quello che sarà e che finalmente cominci a svanire l’oscurità. Ho bisogno di luce. Di rinascita. Ho bisogno di tenere ancora duro e intanto aspetto qualcosa che arrivi a scaldarmi l’anima.

Intanto, con un po’ di invidia, buon Natale a tutti.

Dalla notte che mi avvolge,
nera come la fossa dell’Inferno,
rendo grazie a qualunque Dio ci sia
per la mia anima invincibile.

La morsa feroce degli eventi
non m’ha tratto smorfia o grido.
Sferzata a sangue dalla sorte
non s’è piegata la mia testa.

Di là da questo luogo d’ira e di lacrime
si staglia solo l’orrore della fine.
Ma in faccia agli anni che minacciano,
sono e sarò sempre imperturbato.

Non importa quanto angusta sia la porta,
quanto impietosa la sentenza,
io sono il padrone del mio destino,
il capitano della mia anima.

William Ernest Henley – “Invictus”

Annunci

8 pensieri su “Solstizio d’anima

  1. Come capisco il tuo stato d’animo perché anche io anni fa ho affrontato un divorzio e tutto il resto che un matrimonio fallito lascia .Ti auguro tanta serenità perché te lo meriti .A Natale si dice che si è più buoni ma le ex e gli ex sembra che non lo sono quando ci sono di mezzo i avvocati che decidono cose delicate come l’affidamento della prole .Non conosco separazioni felici , si soffre tanto e nessuno ne esce indenne dal dolore , perché lascia un vuoto , un fallimento che poi a distanza di anni lo vedrai come una esperienza di vita .Ti auguro Buone Feste a te e ai tuoi cari .Un abbraccio 🙂 Viola

  2. Questo natale sarà complicato… Da queste parti… Ma si supererà e si andrà oltre… Per il semplice fatto che ci meritiamo di stare bene e per farlo bisogna andare avanti….
    Un abbraccio

  3. Salve Davide,
    Scusi il disturbo e l’inopportuno commento su questo articolo ma volevo avvisarla di una cosa.
    Ho creato un #Tag , una cosa particolare,e ci tenevo che partecipasse anche lei visto che è uno dei blogger che più apprezzo come scrive qui su WordPress.
    Se le interessa partecipare può trovare in questo mio articolo tutte le informazioni https://plce4myhead.wordpress.com/2015/12/28/loschifotag/
    altrimenti non fa niente e grazie comunque 😀
    E buone feste!!

    • Ciao Valentina (se non mi sbaglio ti chiami così… se ho sbagliato scusami ma mi viene difficile scrivere “Ciao sidewinder01gates”),

      prima di tutto non ti scuso perché mi dai del lei… e anche se forse sono vecchio, un po’ più di confidenza mi aiuterebbe a sentirmi un po’ meno il peso degli anni. Se invece l’hai fatto solo per educazione, un sorriso e basta… ma non darmi più del lei 🙂
      Per ora scusa se non partecipo, ma in questi giorni di schifo ne sto vivendo abbastanza e continuare a parlarne non mi piace… magari quando tutto sarà un po’ più lieve lo farò.
      Grazie comunque per l’invito e per i complimenti… se continui così va a finire che comincio a crederci.
      Un augurio anche a te, perché un domani torni (o forse diventi per la prima volta) ad essere un po’ tutto meno buio… un po’ tutto più lieve… come lo dovrebbero essere i tuoi anni.

      Un abbraccio,
      Davide

      • Scusa ma un pò di educazione mi è stata data e alle persone adulte do sempre del lei soprattutto se non mi hanno fatto niente di male e meritano il mio rispetto. Comunque non lo farò più,figurati non volevo farti sentire vecchio xD Quella vecchia qui sono io,sono pesante e pedante come la suocera ottantenne di mia sorella 😛
        Va benissimo che no partecipi ora,se un giorno ne avrai voglia allora parteciperai 🙂
        Sai che ti dico? Ormai sono abituata a vivere tutto in maniera complicata,infondo la vita non è semplice se non è vissuta davvero quindi non posso far altro che rassegnarmi ed essere sempre forte. Forse alcune cose non tutti i miei coetanei le vivono,anzi non credo che molti miei coetanei possano dire di aver visto il loro fidanzato suicidarsi ma infondo è la mia vita e non posso che andar avanti.
        Ok lasciamo stare che mi sto perdendo nella parole stamattina.

        Un saluto 😀

  4. Pingback: Ripartire (poca grammatica… molta confusione… tanto, troppo cuore) | Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...