Stalking nights: Interno notte (la prima volta)

9 aprile 2013 notte fonda.

La radiosveglia sul comodino mi dice che sono passate più di due ore da quando lei è entrata nella stanza. Fuori ha smesso da poco di piovere e il silenzio della notte rende tutto più pesante e denso.

Anche se siamo nello stesso letto non penso che siamo mai stati più distanti. Lei, distesa su un fianco, mi da’ le spalle perché non vuole che la veda piangere. Io vorrei gettare la spugna, ma ora proprio non posso e nessun altro lo può fare.
Non riesco più sopportare quest’atmosfera, senza dire niente mi avvicino e le appoggio la mano sul fianco, con il resto del corpo ricopio la sua stessa posizione e mi avvicino fino ad azzerare, in alcuni punti, la distanza fisica tra di noi. Il resto rimane invariato.

Dopo circa un’ora lei, totalmente esausta dalle lacrime e non solo, finalmente si addormenta. Io non ho questa fortuna e così provo ad alzarmi.
Arrivato in cucina senza accendere la luce, prendo dell’acqua dal frigo e vado a sedermi sulla panchina di legno in salotto. I gatti, nel frattempo, si svegliano e nell’oscurità mi raggiungono. La più piccola dei due, come al solito, mi salta in braccio. Senza alcuna voglia di accarezzarla, affondo le mie mani nel pelo della sua schiena, lei mi fa sapere di gradire iniziando quasi immediatamente a fare le fusa. Nel frattempo il più grande si sdraia sui miei piedi ed inizia a strusciarsi. Sono finito circondato da un non ben identificato genere di affetto quando, invece, vorrei starmene da solo con i miei pensieri.

Martino e Trilly

Dopo un’altra ora di girovagare all’oscuro torno a letto. Devo provare a dormire visto che fra due ore circa mi dovrò alzare. Rimanere in piedi non mi aiuta a ragionare. Probabilmente ho solo bisogno di tempo. Quando perdi un incontro di boxe, devi prima aspettare che guariscano le botte e che finisca il dolore, solo dopo puoi concederti il lusso di ragionare.

Ho sempre saputo che il sonno della ragione genera mostri, forse questa volta non è così.

つづく

Annunci

15 pensieri su “Stalking nights: Interno notte (la prima volta)

  1. “I soggetti si prestano bene” : un sorriso amaro. quando sono reali le cose cavolo quanto si prestano bene i soggetti … A essere raccontati. Talmente bene che a volte rileggi tutto, almeno parlo per me, e mi sembra un film. Tanti spezzoni incredibilmente veri, di un tutto di cui poi non te ne fai una ragione.

    • Guarda ti incollo un pezzo di uno dei miei libri preferiti… so che può sembrare fuori luogo e magari privo di rispetto, ma ti assicuro che non è così (e se ti urta ti chiedo perdono)

      Perché in quasi tutti i programmi di disintossicazione in dodici fasi, la fase quattro prevede che uno faccia l’inventario della propria vita. Tutti i momenti più bassi e squallidi della tua vita, devi prendere un quaderno e scriverli. Un inventario completo dei tuoi crimini. In questo modo, hai tutti i tuoi peccati a portata di mano. Dopodiché devi rimediare a tutto.
      Questo vale per gli alcolisti, per i tossicodipendenti e i bulimici, e quindi anche per i sessodipendenti.
      Così puoi tornare con la mente al peggio della tua vita e passarlo in rassegna ogni volta che vuoi.
      Perché a quanto si dice chi dimentica il passato è condannato a riviverlo.

      Chuck Palahniuk – “Soffocare”

    • Non ti preoccupare è solo una vecchia storia di più di 2 anni fa… alla fine in qualche modo mi sono rialzato… il problema è che adesso è arrivato il ko definitivo… ma conto di rialzarmi presto. Grazie comunque

      • beh… allora diciamo che era una vecchia storia e sarebbe rimasta in qualche modo dimenticata se le cose non si fossero ripetute prepotentemente.
        Purtroppo ora si è tutto ripetuto in maniera 1000 volte amplificato e questo ha scatenato ricordi, rimpianti e vecchie cose che ormai erano dimenticati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...